Author: Denise Zatti

EQUILIBRIO TRA CORPO, MENTE E SPIRITO

È ormai assodato che il concetto di salute è un concetto che va ben al di là dell’assenza di malattia. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha ridefinito il significato del termine benessere “ …uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non solamente l’assenza di malattia o infermità”.

Non si può parlare di benessere ayurvedico senza parlare di yoga e di meditazione.

Mantenere un alto livello di benessere è una condizione ormai diventata necessaria per una buona qualità di vita. Il come stiamo, il come stiamo in un senso che comprenda corpo, mente, spirito, è un argomento che non può più essere confinato nell’ambito del benessere mordi e fuggi.

Ogni azione che compiamo, ogni emozione che proviamo, sono in stretta relazione e il nostro stato di salute, benessere, malessere, influenza il nostro pensiero e il nostro corpo. Da qui il circolo vizioso, ma da qui anche la soluzione.

Parlare di ridurre il livello di stress non basta perché è un concetto assolutamente personale, individuale, per un bambino piccolo può essere affrontare un’ora senza la mamma, per un pilota può essere il suo primo volo senza istruttore. Per ridurre lo stress dobbiamo prima diventare consapevoli di cosa effettivamente è un fattore stressor negativo. Ma non basta ancora, ciò che oggi viviamo con stress, in un’altra situazione, con altre persone, possiamo affrontarlo in modo diverso.

Ridurre lo stress, ridurre il rischio di malattie, coltivare pensieri e relazioni positive sono i rimedi indispensabili per raggiungere uno stato di benessere.
Siamo tutti d’accordo che esistono diverse dimensioni di benessere, quello fisico, quello emozionale, quello spirituale e quello sociale.

Il benessere fisico è in relazione al mantenere un corpo in salute, curando i disturbi laddove insorgano. La salute fisica si ottiene attraverso esercizi, una dieta appropriata, un’attenzione al sonno e all’insorgenza di segnali di possibili disturbi.

Il benessere emozionale è in relazione alla comprensione delle emozioni che proviamo, alla comprensione di come la nostra mente funziona.

È importante prestare attenzione allo sviluppo delle risorse interiori in modo da poter imparare e crescere attraverso le nostre esperienze.

Il benessere emotivo ci permette di accettare ciò che proviamo, una volta accettato ciò che proviamo, possiamo incominciare a cercare di capire perché lo proviamo. Solo a questo punto del processo siamo in grado di decidere che tipo di azione intraprendere.

Essere emotivamente equilibrati, ci garantisce la forza di esprimerci senza alcuna costrizione, di essere capaci di gioire nell’esprimerci, e di essere capaci di creare relazioni sane con gli altri.

Corso di meditazione con Marina

5 INCONTRI DI MEDITAZIONE – TUTTI I LUNEDì ALLE 17.30
CORSO DI MEDITAZIONE CON MARINA
DAL 7 MAGGIO AL 4 GIUGNO 2018 – LUGANO

5 INCONTRI DI MEDITAZIONE A 110 CHF
Avranno inizio cinque incontri pensati per condividere non parole ma il silenzio, per imparare ad ascoltarci, per ritrovare uno stato di quiete dentro di noi attraverso tecniche del respiro,visualizzazioni e letture di persone che hanno saputo scrivere parole che infondono coraggio, gioia e pace.

Un grande maestro ha scritto:
“senza uno stato di pace, non può esserci la gioia”

ho partecipato alla prima meditazione nel 1980 e puntualmente mi addormentavo, sapevo che era la via giusta ma non trovavo la meditazione adatta a me. Non ho mollato e quello che voglio offrire è la mia esperienza…sperimentare, sperimentare e sperimentare.

Ho iniziato con la meditazione zen, legata alle arti marziali, molto dura, severa. Sono stata poi attratta dal training autogeno, piu’ psicologico, mi è piaciuto tantissimo. Negli anni`90 ho iniziato a praticare Raja Yoga e qui ho trovato “casa”, ero a mio agio, lo yoga non l’ho piu’ abbandonato e cosi’ tutte le sue forme di meditazione.

Casualmente…nulla avviene per caso… ho avuto l’opportunità di avvicinarmi alla Vipassana e dopo qualche anno di pratica, nel 2005, ho potuto partecipare ad un ritiro di meditazione di 5 giorni, Vipassana, in completo silenzio guidato da Corrado Pensa. E’ stata una delle esperienze piu’ importanti della mia vita.

Questa ricerca nella meditazione è cresciuta negli anni insieme ai miei studi per l’ayurveda, da questi due pilastri della mia vita è nata la consapevolezza che ciascuno di noi ha un’energia diversa e diverso deve essere l’approccio alla meditazione.

Senza meditazione non c’è consapevolezza, senza consapevolezza non c’è intervallo tra uno schema automatico e l’opportunita’ di rispondere alla vita in modo sempre nuovo e originale.

(Marina)

NADESH AYURVEDA: PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
TEL. +41 (0)79 924 69 47 MAIL. INFO@NADESH-AYURVEDA.COM WWW.NADESH-AYURVEDA.COM

Dieta e medicamenti ayurveda per gli atleti

LA DIETA ayurvedica e i benefici per l’atleta

Un atleta dovrebbe consumare cibi ad alto contenuto proteico e calorico. Non dovrebbero mancare anche le fibre. L’aspetto principale della scelta del cibo dovrebbe riguardare soprattutto la qualità piuttosto che il gusto.

Un atleta non dovrebbe mai mangiare cibo precotto o riscaldato ma nutrirsi di ingredienti freschi e appena cucinati. Dovrebbe evitare i fritti e tutti i cibi a rischio di tossicità.

L’atleta, inoltre, dovrebbe tener conto della stagione nella quale svolge i propri allenamenti e adattare la dieta di conseguenza.

FARMACI AYURVEDICI

La farmacopea ayurvedica ha, tra i propri prodotti, ottimi rimedi per aumentare la forza e migliorare il sistema immunitario. I medicamenti ayurvedici li troviamo in diverse forme, tra le quali, le erbe che servono a medicare un olio. Proprio per gli atleti, infatti, si consiglia l’olio Dhanwantaram che migliora la tonicità del muscolo e lo rende più flessibile.

Nell’Ayurveda esistono dei prodotti denominati rasayana. A questa categoria appartengono tutti quei rimedi che possono venir assunti per lunghi periodi, se non addirittura durante alcune fasi della vita (come per le donne in menopausa). Tra questi troviamo l’Aswagandha Gruto, l’Amrita Prasa e il Chawan Prasa. Tutti questi prodotti, rigorosamente a base di erbe, sostengono e rinforzano il sistema immunitario.

Le prestazione di un atleta si alzeranno di livello in breve tempo se oltre ad assumere i prodotti ayurvedici, riceve un massaggio con olio medicato dopo ogni allenamento. Per aumentarne i benefici si consiglia inoltre di far seguire il massaggio da uno Swedana (bagno di vapore) che aumenterà il potere disintossicante.

Per raggiungere gli obiettivi preposti, l’Ayurveda non si occupa solo di migliorare la forma fisica, ma si occupa anche di rendere la mente dell’atleta forte e stabile. Per lavorare sulla mente l’Ayurveda utilizza un trattamento speciale chiamato Shiro Dhara e a questo aggiunge indicazioni per la meditazione e una dieta mentale a base di pensieri nutrienti, leggeri e non tossici.

Per l’Ayurveda la salute non deve essere portata dall’esterno con soluzioni chimiche, ma la forza, la buona energia e l’equilibrio, vanno raggiunti e potenziati sostenendo l’equilibrio tra corpo, mente e la natura circostante.

Cibo e stagioni in base all’Ayurveda

CORSO DI CUCINA AYURVEDICA
Cibo e stagioni in base all’Ayurveda
La primavera e la dieta detox

Nell’Ayurveda ogni stagione è associata a un dosha, l’energia costituita dagli elementi. Nei climi temperati, da tardo inverno a primavera prevale l’energia KAPHA, costituita dagli elementi acqua e terra. Da fine primavera e per tutta l’estate prevale PITTA, costituita da fuoco e acqua e l’autunno e l’inizio inverno sono le stagioni dominate da VATA, costituita da etere, spazio, e aria o vento.

Secondo l’Ayurveda, in ciascuno di noi predomina una o due costituzioni e ciò determina molte caratteristiche sia fisiche che mentali.

Durante il naturale susseguirsi delle stagioni è importante mantenere la nostra costituzione di base (Prakriti) in equilibrio adottando un corretto regime alimentare e uno stile di vita adeguato alla stagione di riferimento. Nadesh Ayurveda propone 4 corsi a cadenza stagionale per imparare a vivere e a nutrirsi in armonia con le stagioni e la nostra costituzione originaria.

COSA SI IMPARA DURANTE IL CORSO: La primavera è la stagione dei nuovi inizi e il corpo tende naturalmente a liberarsi dall’eccesso di KAPHA, acqua e terra, accumulato durante l’inverno. E’ il momento giusto per detossinare e purificare sia il corpo che la mente. Come le nevi si sciolgono sulle cime delle montagne, così le tossine si sciolgono durante i primi caldi in arrivo con la primavera. Manifestazioni come raffreddori o impurità della pelle, sono il naturale desiderio del nostro corpo di disintossicarsi. Durante il corso si impareranno ad utilizzare le spezie, le erbe, gli ortaggi, i legumi e i cereali adatti alla eliminazione di Kapha in eccesso e a preparare piatti disintossicanti ed energizzanti.

A CHI E’ RIVOLTO IL CORSO: Il corso è rivolto a tutti coloro i quali sono interessati a scoprire come nutrirsi in modo sano può essere un’esperienza allegra e gustosa.

“Bisogna consumare solo cibo con un valore nutritivo adatto alla propria particolare costituzione e alle proprie caratteristiche mentali ed emotive”

(Charaka Samhita, p. XXXV)

 

QUANDO: sabato 12 maggio 2018
ORARIO: dalle 10:00 alle 17:00
DOVE: a Breganzona, via Pradello 23
COSTO: CHF 180

info e prenotazioni: info@nadesh-ayurveda.com
Tel. +41 79 924 69 47

I fondamenti della cucina ayurvedica, utilizzo delle spezie e preparazioni di base

CORSO DI CUCINA AYURVEDICA
I fondamenti della cucina ayurvedica, utilizzo delle spezie e preparazioni di base

L’Ayurveda è forse la più antica scienza di vita indirizzata non solo alla guarigione, ma anche alla prevenzione e al mantenimento della vitalità. Nessuno può aspettarsi di serbare vitalità, di guarire da una malattia e di mantenersi in uno stato di benessere fisico e mentale senza un regime alimentare adeguato alla propria costituzione. Così la cucina ayurvedica insegna che il cibo, utilizzato nelle giuste combinazioni e in maniera completamente armonizzata con la condizione di ciascun individuo, può avere potenti effetti terapeutici sulla salute fisica, sulla chiarezza della mente e sul progresso spirituale.

COSA SI IMPARA DURANTE IL CORSO:
Durante questa giornata si imparerà a familiarizzare con le preparazioni ayurvediche di base, come il ghee, a conoscere i dhal e ad utilizzare le spezie principali per rendere leggeri e gustosi alcuni piatti. Si scoprirà che le spezie non sono tutte dal gusto piccante. Si imparerà a cucinare il chutney, gustosa preparazione a base di frutta resa digeribile dall’uso delle spezie. Si prepareranno degli infusi per equilibrare il proprio stato.

 

A CHI E’ RIVOLTO IL CORSO:
Il corso è aperto a tutti ma è pensato soprattutto per chi si cura o si è già curato con l’ayurveda, a chi è stata consigliata una dieta ayurvedica e che vorrebbe essere guidato nella preparazione.

Ma è aperto anche a chi è incuriosito dall’Ayurveda ed è interessato alla preparazione dei piatti principali.


“Bisogna consumare solo cibo con un valore nutritivo adatto alla propria particolare costituzione e alle proprie caratteristiche mentali ed emotive”

(Charaka Samhita, p. XXXV)


QUANDO: sabato 28 aprile 2018
ORARIO: dalle 10:00 alle 17:00
DOVE: a Breganzona, via Pradello 23
COSTO: CHF 180

info e prenotazioni: info@nadesh-ayurveda.com
Tel. +41 79 924 69 47

Buona Pasqua di Rinascita

BUONA PASQUA

L’uomo che ha compreso, muore al passato in ogni istante

E rinasce al futuro:

Il suo presente è una continua trasformazione, una rinascita, una risurrezione.

“OSHO”

Tanti auguri a tutti, vi auguro con tutto il cuore di cogliere l’occasione per qualche momento in cui potete brindare a voi stessi e alle tante persone che volete diventare. Vi auguro di sentire la forza di questo particolare momento dell’anno per scegliere di rinascere ad una nuova vita. Vi auguro di non smettere mai di sperare, di immaginare e di sognare. La primavera è il momento in cui le piogge lavano la terra, noi possiamo lavare il passato. E’ arrivato il momento di spalancare le finestre, far entrare il sole che scalda.

Fate qualcosa di nuovo, fosse anche comprare una piccola cosa per la vostra nuova vita! Partite da dove volete ma saltate su questa moto. Sentite la gioia della libertà, del cambiamento. Sentite il calore del sole che brucia il passato per lasciare spazio al nuovo. Sentitevi vivi, perché i sentieri spirituali sono anche pieni di fiori e di colori.

Marina

Il massaggio con olio e i benefici per gli atleti

Chiunque abbia un minimo di conoscenza della meccanica, può comprendere come l’oleazione sia fondamentale nel mantenere in buona salute il movimento di un qualsiasi ingranaggio. L’uomo è in parte una macchina che si muove e come tale ha bisogno che i propri ingranaggi vengano ben lubrificati. Quest’azione lubrificante mantiene i tessuti sani ed elastici.

Il massaggio con olio è consigliato come azione preventiva, e si rende indispensabile in casi di affaticamento eccessivo, ripristina tutte le funzioni legate a Vata (movimento, leggerezza, velocità) tonifica e rinforza il tessuto muscolare. Rende il corpo robusto e lo nutre.

Nell’antico testo di Asthanga Hridaya, viene prescritto un massaggio completo con olio medicato dopo ogni attività fisica intensa (i nostri attuali allenamenti).

Si parla molto di uno stile di vita stressante e competitivo, e se ciò è vero per le persone comuni, ancora di più lo è per un atleta che ogni giorno viene spinto a superare un record e a mantenere un alto livello di performance.

Se un atleta vuole raggiungere il successo, deve mantenere la forma fisica sempre ai massimi livelli. L’ayurveda, grazie alla sua visione olistica si occupa di tutte e 4 le aree di lavoro della salute di un atleta: resistenza, flessibilità, velocità e forza. Le indicazioni, che riguardano l’alimentazione, la meditazione, l’attività fisica, sono però estremamente individuali poiché, secondo l’ayurveda, ogni individuo è unico e la sua costituzione si basa sulla teoria dei tridosha (le tre costituzioni che si basano sugli elementi e le loro caratteristiche).

Per riassumere nell’ayurveda possiamo dire che si tengono conto di fattori quali l’età, il genere maschile o femminile ma soprattutto della costituzione di base ci ciascun individuo.

Un atleta di costituzione Vata/Pitta è sicuramente favorito poiché Vata promuove il movimento e Pitta il metabolismo. La dominanza di Vata aiuta nella velocità e quella di Pitta nella determinazione.

Un eccesso di allenamento, invece, danneggia l’atleta. Vata viene aggravato, l’atleta perde vigore e le performance si abbassano di livello. Ma non è tutto, Vata aggravato danneggia anche il metabolismo.

Ecco perché il massaggio con olio diventa un rimedio indispensabile per tenere sotto controllo Vata.

Per l’Ayurveda tutti gli aspetti della vita di un atleta sono importanti in egual misura. Quando si sente debilitato, l’aiuto che gli viene proposto include la dieta, i prodotti ayurvedici, il massaggio e l’attenzione agli esercizi di compensazione.

L’ayurveda e la salute dell’atleta

Per un atleta, più che per qualsiasi altra professione, un infortunio può comportare uno stop definitivo alla carriera.

L’ayurveda prescrive come misura preventiva, per chiunque, un regime di vita quotidiano e stagionale, terapie per mantenere lo stato di salute e per la purificazione e massaggi con oli medicati.

La routine giornaliera include una dieta che sia in accordo con il proprio dosha (la costituzione con la quale noi nasciamo) e un modo di vivere etico. Inoltre uno stile di vita personalizzato include mantenere un rapporto adeguato con l’attività fisica, con il lavoro, con il sonno ecc.

Il rilievo che l’ayurveda dà alla costituzione di base (Vata, Pitta e Kapha), permette di creare un programma per la salute assolutamente personalizzato. Uno stile di vita e una dieta appropriata portano una mente stabile e un corpo sano.

In aggiunta ai rimedi strettamente ayurvedici, tra le indicazioni troviamo molto spesso l’incoraggiamento alla pratica dello yoga e della meditazione. La storia dello sport abbonda di esempi di atleti ricchi di talento crollati a causa di una mente instabile.

L’ayurveda a livello fisico ha come scopo ultimo quello di aumentare la forza ed elasticità del corpo per portarlo verso un maggior stato di flessibilità.

Per raggiungere tale obiettivo l’Ayurveda utilizza trattamenti come l’Abhyanga, il Nasya, il Panchakarma e i prodotti naturali a base di erbe ayurvediche come il Chawanprash, l’Aswagandha, il Brahmi ecc.

Nell’antico testo ayurvedico Asthanga Hridaya, si parla di come l’esercizio porta leggerezza nel corpo, la resistenza, migliora il potere digestivo e aumenta la capacità di bruciare il grasso in eccesso. Si tenga presente che questo testo risale a tremila anni fa. Ma ciò che forse può sorprendere maggiormente è che già allora venissero sottolineate le conseguenze dell’abuso dell’attività fisica: sete eccessiva, emaciazione, dispnea, sanguinamenti, la sensazione di essere debilitati, tosse, febbre e vomito. Letteralmente nell’antico testo, questo stato di profonda debilitazione viene paragonalo “al leone dopo aver sconfitto un elefante”.

La maggior parte degli infortuni, che sono fatali per la carriera di un atleta, includono fratture e distorsioni che danneggiano il tessuto muscolare.

Non si può fare molto per impedire la frattura direttamente, ma vi sono invece diversi trattamenti ayurvedici che hanno lo scopo di rendere i muscoli più resistenti allo stress al quale vengono sottoposti. Soprattutto sotto gara, quando l’allenamento spinto all’eccesso, li porta verso un affaticamento cronico con conseguente perdita di flessibilità, rendendoli candidati ideali per un infortunio.

L’ayurveda da diverse indicazioni per mantenere i tessuti lubrificati e quindi flessibili. Primo tra tutti l’uso di oli medicati che oltre ad agire come lubrificante, contengono le erbe officinali che coadiuvano la disintossicazione e nel lenire i dolori degli stati infiammatori.

Conferenza: La numerologia Vedica e la pace del cuore

Lunedì 5 MARZO 2018 ore 18.00 – Conferenza Pubblica
 
(Ingresso libero)
Antonio Pacetti introduce
 
La Numerologia Vedica e La Pace del Cuore
 
Due pratiche per dare chiarezza alla propria fase di vita.
*
Due unici ed originali inviti per risolvere il bisogno di vivere
la relazione con se stessi e con gli altri, in pace ed in equilibrio.
*
Un duplice contributo a vivere la spiritualità.
 
Lunedì 5 e Martedì 6 MARZO 2018
Consultazioni individuali
di Numerologia Vedica
per Adulti e per Genitori
 
Per saperne di più ci sono due video in www.numerologiavedica.it
 
per info e prenotazioni:
mail a: info@nadesh-ayurveda.com
o chiama +41 79 924 69 47

Erboristeria ayurvedica: le erbe medicinali ayurvediche da conoscere

Erboristeria ayurvedica
le erbe medicinali ayurvediche da conoscere

Erbologia ayurvedica. Conoscere le principali erbe medicinali ayurvediche, fondamentale per familiarizzare con i rimedi ayurvedici. Durante la giornata impariamo a conoscere le proprietà, il loro utilizzo e i loro benefici.

dottor MARDA – medico AYURVEDICO
specializzato in erbologia ayurvedica

dove: presso Nadesh Ayurveda – via Pradello 23 – Lugano Breganzona

costo: 180 chf
80 chf per gli ex allievi della scuola

Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato valevole per l’aggiornamento professionale

per info e prenotazioni:
mail a: info@nadesh-ayurveda.com
o chiama +41 79 924 69 47